C.W. Stoneking è ritornato a Bologna con il disco dall’emblematico titolo ‘Gon’ Boogaloo’.

C.W. Stoneking Dimenticate per un attimo i racconti seppiati e le avventure all’insegna dell‘abbandono che avevano segnato il passo in ‘Jungle Blues’ – disco che gli valse un Aria Award (l’equivalente australiano del Grammy) – questa volta la musica cambia con decisione, benvenuta elettricità!

Ha in pratica barattato la sua sei corde acustica – che faceva il paio con un banjo altrettanto vintage – per una splendente Fender dorata, richiamando peraltro i migliori ibridi tra rock ‘n’ gospel e dancehall blues in un album che ci riporta ad una dimensione divinamente primitiva.

Ecco il racconto fotografico di Massimo Serena Monghini 

 

Condividi