Già nel nostro editoriale abbiamo velatamente tracciato quelle che erano le linee guida di Casa Suonatori Indipendenti e le nostre idee.

Siamo felici di potere subito dare seguito alle parole con i fatti, presentandovi l’angolo che dedicheremo alle session firmate #C4LIVE.
Si tratta del nuovo format video targato Fattore C e Pop Up Live Sessions, in partnership with: Soul BurgersNot So Fast Food Truck.
In ogni puntata una performance live degli artisti più interessanti della scena emergente italiana.
A fare da cornice alle nostre live session non uno studio, ma spazi e luoghi sempre diversi e fuori dall’ordinario.
Fattore C è un’agenzia di booking e management nata dall’esigenza di portare un servizio trasparente e a 360 gradi per i giovani musicisti italiani, che negli anni si è posta in maniera trasversale nei confronti dei media e della comunicazione musicale.
In principio era uno spazio radiofonico nel 2013, in poco tempo è riuscita a farsi spazio a Roma all’interno dell’organizzazione di eventi prima e del management musicale poi.
Dopo una serie di rassegne ben riuscite tese alla promozione della buona musica emergente, nel 2016 nasce Fattore C booking e management che vede tra le sue fila Johnny DalBasso, Mèsa, McFly’s Got Time e Gabriele Lopez.
Nel 2017, guardando sempre più in grande, decide di aprire un canale video, #C4LIVE, in partnership con Pop-Up Live Sessions, per rendere tout court l’esperienza mediale e comunicativa da offrire ai musicisti che gravitano intorno la sua orbita.
La live session realizzata con Johnny Dal Basso è la prima di questa nuova collaborazione, che ha dunque come protagonista un’artista tra i più meritevoli tra quelli che sgomitano per condividere la propria musica.
“La vita che fai” è il brano scelto per le riprese, una serra, quella della Tenuta dell’Olmo, dove dalla aridità e la secchezza dei vasi rimasti germogliano le note della one man band.
Condividi