Dopo alcuni concerti nella capitale tornare al Deliri Cafè Bistrot è stata una boccata d’aria, sarà forse il mio provincialismo ma sul Lungoliri mi sento a mio agio.

Arrivo in largo anticipo ed il tempo scorre tranquillo tra una birra e lo scambio di qualche battuta.

La curiosità di sentire Erin K dal vivo trova risposta in una performance dalle sonorità semplici, come quando metti un cd in macchina e non conosci l’artista ma lo ascolti dall’inizio alla fine senza domande. Erin K, londinese con origini texane, sul palco è semplicemente sorridente, i testi autobiografici e non, accomunati da un lato ironico e dal carisma della cantante.

La Gallery di Davide Canali

Condividi