Back Chat

|Interview| Abbiamo parlato con BERT: cantautore calabrese che sussurra emozioni

BERT ha pubblicato un EP, Senza Niente: ci racconta del suo progetto e molto di più. 

BERT è Massimo Bartolo, cantautore calabrese del 1988, nelle sue canzoni usa un linguaggio semplice e diretto per parlare al pubblico delle sue emozioni.

Facciamo un gioco. Rifai la tracklist dell’EP in modo diverso da come l’hai pubblicato?

 Va bene 🙂 

  • Sere di Luglio
  • Senza niente (con te)
  • Crederai
  • Nei tuoi occhi

In questo disco si parla spesso di incertezze, di un futuro che non c’è. Cos’è il futuro per te?

 Al momento per me il futuro è essere consapevole e avere le idee chiare.Non so dire cosa accadrà, ovviamente, ma spero di riuscire a esprimermi ancora di più e farmi apprezzare dalle persone per le mie canzoni, mi basterebbe questo.

 La soluzione all’incertezza del futuro, in sintesi, può essere l’amore?

Beh, se estendiamo il concetto del termine a qualcosa di più ampio, sì. Se invece ci riduciamo a parlare di rapporto fra due persone,probabilmente no. Mi spiego meglio: oggi affidarsi a un’altra persona totalmente (amarla) è molto rischioso e ti rende vulnerabile e dipendete da essa.

Mentre amare ogni giorno quello che fai, provare a migliorarti, a bastarti, ti gratifica e dipende solo da te.

Esistono persone che ti aiutano a fare questo, e quindi unire le due cose, ma per esperienza personale è raro trovarle.

 Ci fai una playlist di cinque brani che per mood o genere si avvicinano al tuo progetto?

  •  Brunori – Al di là dell’amore
  • Thegiornalisti – Proteggi questo tuo ragazzo
  • Dente – Adieu
  • Canova – Per te
  • Gazzelle – Sopra

A questo disco seguirà un album? Cosa dobbiamo aspettarci?

 Sì, sto già lavorando al seguito di Senza niente. Le canzoni nuove saranno più intime, sofferte e introspettive. Vorrei poter liberare tutta la mia sensibilità, facendovela ascoltare. In contemporanea sto organizzando la presentazione dell’EP live.

 Si può vivere senza niente?

Assolutamente si e consiglio un po’ a tutti di provare. Anche qualche giorno, aiuta a capire tante cose. Ma non privatevi proprio di tutto, ad esempio, continuate ad ascoltare la musica! 😉

Condividi

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén