Back Chat

|Interview| Gli Elephants in the Room ci raccontano “On the Dancefloor”

La storia degli Elephants in the Room nasce agli inizi del 2019 dall’incontro fra Daniele Todini, Emanuele Stellato ed Eric Borrelli, musicisti della periferia nord di Roma.

Nel 2020 gli Elephants in the Room iniziano la collaborazione con MZK Lab che li porta alla loro prima release ufficiale proclamandosi “Artisti del mese di novembre” su MTV New Generation. Seguono nuove uscite ufficiali ed alcune live sessions inedite, che portano gli Elephants In The Room al 2021 con la nuova On the Dancefloor, che vi raccontiamo qui, in questa bellissima intervista!

Così, di botto: siete soddisfatti di “On the dancefloor”?

Assolutamente sì, abbiamo sperimentato diverse possibilità e modalità di registrazione negli studi di MZK e siamo contenti di aver raggiunto le sonorità che ci eravamo prefissati.

Ci sono molti generi all’interno di “On the dancefloor”. È stata difficile la composizione del brano?

In realtà no, è nato come sempre suonando e improvvisando in sala prove. Quando siamo in sala passiamo molto tempo a sperimentare suoni nuovi e così è uscito fuori il riff chiave della canzone e da lì tutto è venuto di getto.

Mi fate una fotografia del rock in questo 2021?

Finalmente… i Maneskin!

Dove vi siete formati come musicisti?

Sicuramente la scuola comune sono stati tutti quei gruppetti avuti durante gli anni dell’adolescenza, i primi concerti, le prove… tutto questo ci ha portato ad incontrarci e getterà le fondamenta per quello che sarebbe diventato il progetto Elephants in the Room.

Condividi

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén