È trascorso poco più di un anno dall’ultimo live della band romana “Il muro del canto” che presenterà ufficialmente il nuovo singolo: “La vita è una” nella suggestiva cornice di Villa Ada.

L’esordio del Muro del Canto è del 2010, da lì si sono guadagnati anno dopo anno un’attenzione crescente e non solo da parte del pubblico romano.

Fortunata la collaborazione con Piotta nel brano “7 vizi capitale” che divenne la colonna sonora di coda della serie tv Suburra, permettendo alla band di far arrivare le proprie sonorità molto al di là dell’anello del raccordo anulare.

I testi spaziano tra le crude realtà quotidiane, qualche guizzo anticlericale e la delicatezza riservata all’amore.

Celebri i caustici versi rivolti alla città che ha dato i natali alla band, accompagnati da sonorità che partono dalla tradizione e si evolvono in un rock folk coinvolgente, il tutto avvolto dalla calda voce di Daniele Coccia.

Il Muro del Canto sanno essere incisivi, diretti, vanno dritti al punto senza giri né di parole, né di accordi, sanno perfettamente cosa dire e come suonarlo.

Riescono a stupire con la loro semplicità emotiva con brani come “Quando scende la notte” e mantenendo la stessa anima anche quando i temi si fanno meno teneri, in brani che ci parlano di vendetta e rivalsa, come in “Madonna delle lame.”

Numerose sono le collaborazioni all’attivo, come numerose sono le battaglie sociali condivise dai membri della band

Si potrebbe osare nel dire che il Muro del canto non sono solamente una band, ma una grande famiglia, che ha lo sguardo ed il cuore attento sia alla collettività sia che al singolo, non importa se il motivo siano i diritti o un cuore che ha un bell’impiccio, loro ci sono e si fanno sentire.
Federica Romani

Foto di Davide Canali

Condividi