Back Chat

|Interview| Le Dianime cantano mondi paralleli

“Fuggire in mondi paralleli non ci salverà, ma ci renderà unici”, cantano così nel loro ultimo brano.

Sono le Dianime, una band tutta al femminile, e hanno appena pubblicato un singolo per ALTI  Records, Non puoi nascondere

Ciao ragazze, parlateci innanzitutto del vostro cambio di formazione e di questa svolta più pop (e decisamente più intimista).

La nostra band Dianime ha vissuto vari momenti, rinascendo ogni volta quasi come se fosse un nuovo progetto. Il cambiamento più importante è stato sicuramente quello della cantante, ma non è stato il solo: eravamo in cinque e siamo rimaste in tre, abbiamo cambiato il modo di raccontarci e di fare musica, aprendoci a nuove direzioni.

Prima sentivamo il bisogno di urlare certe cose, oggi le tempeste interiori hanno assunto altre sfumature.

Per questo ogni nuovo pezzo ha una sua identità e una sua storia, non ci siamo imposte nulla.

Chi realizza le copertine dei vostri singoli? E a quando un nuovo disco?

Ci siamo innamorate dello stile di Nova, un’illustratrice pazzesca. Ci piace l’arte e ci piacciono i dettagli, è bello pensare che anche una copertina possa raccontare una storia. Sul disco, che dire, è un po’ come noi: si evolve continuamente, nascono nuove canzoni che magari ti convincono più di altre, è ancora in divenire.
Uscirà presto e in una forma particolare.

Domanda che vi avranno già fatto, ma che vi rifacciamo. Come mai ci sono poche
formazioni tutte al femminile, ma tantissime che invece sono tutte al maschile?

Questa è una domanda difficile e quasi pericolosa. Probabilmente è una questione di approccio: le donne dopo un certo periodo iniziano a focalizzarsi anche su altri aspetti della vita, magari rinunciando all’idea del “sogno”. Siamo disposte meno a giocare. 

Gli uomini in un certo senso vivono le cose con più leggerezza e fanno più squadra, anche se le donne quando sono davvero unite riescono a sprigionare un’energia enorme. C’è da dire che l’ambiente musicale e la sua storia non incoraggiano: agli uomini si “perdonano” cose che nelle donne non passano inosservate, una stonatura, il capello fuori posto e così via. I difetti si perdonano meno, ecco.

Di cosa parla “Non puoi nascondere”? E a quando una canzone allegra per le Dianime?

Non puoi nascondere è la storia di due persone che vivono una relazione in un mondo che non esiste. Un mondo parallelo in cui hanno cercato di rifugiarsi per sentirsi meno soli, una specie di isola felice. La realtà, però, è un’altra. Sarà capitato un po’ a tutti di vivere qualcosa di simile. Per la canzone allegra, vediamo… possiamo riciclare la famosa risposta di Tenco? 🙂

Cosa dobbiamo aspettarci adesso dalle Dianime?

Questa è un’altra domanda pericolosa! Abbiamo altre canzoni da farvi ascoltare, aspettatevi del sano spam.

 

di Smoking Area

Condividi

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén