Lo scorso 2 ottobre ha esordito una web serie divertente e molto singolare, qualcosa mai vista prima. Il suo nome è Posiscion TU ed è figlia delle menti di Federico Leo e Sebastiano Forte aka TU – la band troppo duo, una formazione davvero sui generis.

Una chiacchierata telefonica con Federico e Sebastiano è stata la chiave per entrare appieno nel favoloso mondo di Posiscion TU. È una web serie con cadenza settimanale che analizza le posizioni numero due delle classifiche di pop music.  Federico dice che nasce perché erano stanchi di non essere più famosi e avevano intenzione di fare qualcosa contro quel pubblico al quale non importa di un certo tipo di musica. Per fare questo la migliore idea era quella di muoversi non più tramite passaparola tra conoscenti. Bisognava muoversi trasversalmente, attraverso il web. E occorreva parlare di classifiche, ma in un modo personalizzato, analizzando pezzi pop secondo i canoni della musica “alta”.

Il nome della web serie è chiaramente collegato a quello del loro duo, ma anche al fatto che si parla di loser. Federico, che oltre a essere musicista è anche grafico, cura la grafica e i video (le riprese sono fatte con lo smartphone, il montaggio è semplice). Sebastiano ci tiene a puntualizzare che aveva inteso si trattasse di recensioni di mezz’ora, con considerazioni relative ad armonia e altre cose interessanti: ma poi Federico ha tagliato tutto e ridotto a due minuti.

Posiscion TU nasce mentre Federico e Sebastiano stanno cercando la migliore strategia da intraprendere per l’uscita del secondo disco del loro progetto.

TU – la band troppo duo è un’esigenza di dare sfogo alla loro passione per il pop, un genere per il quale sentono di essere comunque molto portati. A questa conclusione ci arrivano dopo aver partecipato a un concorso di musica pop a Torino, vincendolo.

Dal 2015 iniziano a suonare in duo chiamandosi Forte Vs Leo (come si usa in ambito jazzistico), passando da pezzi seri a improvvisazioni su basi techno. Dopo il festival di Torino e dopo la richiesta di Altipiani di fare un disco, decidono di concedersi un po’ di leggerezza. Si chiudono due giorni in studio andando a braccio, continuando a improvvisare e registrando tutto. Quello che ne esce è il loro primo disco, Non avrai altro duo all’infuori di, definito da Federico “un grande caleidoscopio di un’ora e un quarto”. Con questo nuovo progetto abbandonano i pezzi strumentali (sia in studio che live) per dare spazio alle canzoni.

Il nome della band viene dall’italianizzazione di “two”, la bombetta dalle immagini legate al primo disco in cui figurano Stanlio e Ollio in diverse peripezie con i due artisti.

Posicion TU- la band troppo duo

Posicion TU- la band troppo duo

La particolarità del duo, indi anche di Posiscion TU, è l’oscillare costantemente tra il serio e il faceto. Senza propendere per nessuna delle due parti, soprattutto perché non sono comici ma musicisti. Tendono a non voler cascare nel demenziale sebbene sia difficile: per Federico sono un po’ istruttivi e un po’ cazzoni.

Nemmeno il tempo di crescere che già Posiscion TU viene ospitata all’interno delle pagine Facebook di Musicademmerda e Yellow Girls. A loro piacerebbe anche fare delle pillole in programmi musicali, sognano di fare televisione nonostante non ce l’abbiano. E un altro desiderio sarebbe quello di avere degli ospiti nella web serie, specie gli autori delle canzoni analizzate. Quello che succederà nel futuro? Sebastiano dice che è un segreto.

TU è un progetto particolare, difficile da spiegare, comprensibile solo vedendolo in concerto. Ascoltandoli dal vivo e vedendo i loro videoclip si capisce quanto naturale sia stata la creazione di Posiscion TU. Hanno un linguaggio semplice e ironico (perfetto per il web) e ci sanno fare con il video: questo è l’elemento vincente del duo. Questo e anche altro: Sebastiano suggerisce di barrare la casella “altro”.

 

 

 

Condividi