Vincenzo e il reminder  delle uscite, una storia che non finirà mai.

Come sempre, la domenica è fatta di uscite fuori città e di quelle che ci ricorda il nostro memory boy.

HARRISON STORM 

Nella lontana Australia non è proprio uno sconosciuto, con il suo EP di debutto  “Sense Of Home” ha raggiunto 14 milioni di stream su Spotify. Ora, zaino e chitarra in spalla, da buon busker è pronto a conquistare l’Europa con il suo nuovo lavoro del quale vi facciamo ascoltare la title-track “Change It All”.

MAURO ERMANNO GIOVANARDI feat. Rachele Bastreghi  

Non ha certo bisogno di presentazioni l’ex frontman de “The Carnival of Fools” e “La Crus” che a distanza di  2 anni dall’esordio solista è tornato con “La mia generazione”, album dedicato alla scena musicale italiana degli anni 90’, una rivisitazione di tredici brani dal quale estrapoliamo il singolo “Baby Dull” degli Üstmamò, reinterpretato con Rachele Bastreghi (Baustelle) e con un video che omaggia il celebre film di Antonioni “Blow Up”.

 GIANNUTRI 

Conosciamo veramente poco di questo freschissimo duo di Bassano del Grappa che si presenta al mondo con questo singolo “Adolescent” registrato per Dischi Soviet Studio, aspettiamo l’uscita dell’album nel nuovo anno per una valutazione più attenta, intanto però ve li facciamo conoscere.

 

/HANDLOGIC 

Il loro esordio discografico non ha lasciato indifferenti addetti ai lavori e semplici appassionati di musica, il video di “Mindlogs” diretto da Samuele Strufaldi è un pazzesco visual trip, definite dalla band “un ping pong metaforico tra un livello mentale ottenebrato, meccanico e arrugginito, simboleggiato dai congegni e i meccanismi generalmente su sfondo bianco, e un livello più profondo e fluido, quel livello mentale che si occupa del presente (“there will be no time like the present”) senza le sovrastrutture (“without mindlogs”) che ci intralciano e inceppano il nostro quotidiano”.

LIM 

Altro progetto che nel giro di poco tempo sarà destinato a esser protagonista sui palchi di tutto il vecchio continente, si tratta di Sofia degli “Iori’s Eyes” che dopo l’EP d’esordio del 2016 ci regala un assaggio del nuovo album “Higher Living” (La Tempesta/Factory Flaws) con “YSK”  (“You Should Know”).

FABRIZIO CAMMARATA 

Un altro pezzo di quell’Italia che ci piace, di quell’Italia che vive la condizione di regione europea geograficamente e artisticamente. Reduce dal tour estivo con Di Martino, Fabrizio Cammarata rilascia un singolo del nuovo album ormai in dirittura d’arrivo (Novembre 2017) in Italia per la 800A e in Svizzera,Germania e Austria per la Holdern Pop, sarà distribuito in tutto il mondo dalla Kartel Music Group, intanto godiamoci “Come and leave a Rose”.

In chiusura di sette uscite per sette giorni il pezzo forte, un gruppo che ha tirato fuori uno dei dischi più belli e attesi del 2017, senza tradire nessuno.

GRIZZLY BEAR 

La band di Brooklyn non ha certo bisogno di presentazioni o della nostra segnalazione, ma noi sentiamo l’esigenza di comunicarvi che hanno appena rilasciato un nuovo singolo, vi diamo appuntamento alla prossima settimana lasciandovi ascoltare  il terzo estratto da “Painted Ruins”, a voi “Losing all sense”.

Condividi