FIRENZE – Dal 10 marzo al 23 luglio 2017 la Fondazione Palazzo Strozzi presenta al pubblico Bill Viola, una grande mostra che celebra il maestro indiscusso della videoarte contemporanea.

La mostra dal titolo  “Rinascimento elettronico” è stata curata da Arturo Galansino (direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi) e Kira Perov (direttore esecutivo della Bill Viola Studio).

Un evento unico all’interno della splendida cornice rinascimentale di Palazzo Strozzi, per ripercorrere la carriera dell’artista, sempre segnata dall’unione tra ricerca tecnologica e riflessione estetica, dalle prime sperimentazioni con il video negli anni Settanta fino alle grandi installazioni degli anni duemila.

Per la prima volta i suoi video dialogheranno, con due opere significative: la Maddalena penitente di Donatello e la Pietà Bandini di Michelangelo. Un indagine sull’umanità: persone, corpi, volti sono i protagonisti delle sue opere, caratterizzate da uno stile poetico e fortemente simbolico in cui l’uomo è chiamato a interagire con forze ed energie della natura come l’acqua e il fuoco, la luce e il buio, il ciclo della vita e quello della rinascita. Uno straordinario dialogo tra antico e contemporaneo attraverso un inedito confronto diretto delle opere di Viola con quei capolavori di grandi maestri del passato che sono stati per lui fonte di ispirazione e ne hanno segnato l’evoluzione del linguaggio.

L’artista newyorkese ha da sempre una relazione speciale con la città di Firenze, culla del Rinascimento e patria delle opere classiche a cui si ispira, è proprio qui infatti che l’artista ha iniziato la sua carriera nel campo della videoarte quando, tra il 1974 e il ’76, è stato direttore tecnico di art/tapes/22, centro di produzione, documentazione e distribuzione del video diretto da Maria Gloria Conti Bicocchi

“Sono davvero felice di recuperare le mie radici italiane e di avere l’occasione di ripagare il mio debito con la città di Firenze attraverso le mie opere” dichiara l’artista “Dopo aver vissuto e lavorato a Firenze negli anni settanta, non avrei mai immaginato di avere l’onore di realizzare una così grande mostra in una istituzione così importante come Palazzo Strozzi”.

Aperta fino al 23 luglio 2017, la retrospettiva rappresenta un evento da non perdere, al quale aderiscono anche altre sedi espositive fiorentine e toscane. Nell’itinerario che si snoda attraverso il centro storico, i visitatori potranno ammirare alcune opere di Viola esposte alle Gallerie degli Uffizi, al Museo di Santa Maria Novella, al Battistero di San Giovanni e al Museo dell’Opera del Duomo.

INFORMAZIONI

Mostra: Bill Viola. Rinascimento Elettronico / a cura di Arturo Galansino e Kira Perov.

Dal 10 marzo al 23 luglio 2017

Palazzo Strozzi / Piazza Strozzi, Firenze /Tel +39 055 2645155
info@palazzostrozzi.org

Orari:Dal lunedì al venerdì
9.00-13.00 / 14.00-18.00
Telefono: +39 055 2469600
prenotazioni@palazzostrozzi.org

Ingresso: 12 euro

Condividi