Fare questo lavoro spesso e volentieri ti fa scoprire cose nuove e belle. A volte conferma le tue certezze. E qualche volta ti dà qualche delusione. La serata di domenica scorsa mi ha fatto vivere tutte e tre queste sensazioni nel giro di 5 ore.

Radio Rock Sunday – Nei pressi del Villaggio Olimpico, a pochi passi dalla sede del Ministero degli Affari Esteri, è attivo dal 14 giugno scorso uno spazio dedicato ai concerti, con cinema all’aperto, teatro e altre attività estive. Mattia La Torre ed io eravamo lì domenica 2 settembre per seguire Radio Rock Sunday, l’evento con cui la radio romana ha voluto lanciare il palinsesto della nuova stagione.

La serata è stata molto ricca, con diversi cambi di scena, il tutto straordinariamente senza troppe attese nel mezzo.

Intorno alle 20 la festa è cominciata con il format Vini e Vinile ideato dai due DJs di Radio Rock Tatiana Fabbrizio e Lorenzo Lambiase. Un’idea semplice ma geniale: i presenti portano il proprio vinile preferito ed in cambio ricevono un bicchiere di vino. Un format che stimola sicuramente la partecipazione e l’interesse del pubblico, l’approfondimento musicale e – se è la sera giusta – trovi ‘chicche’ inaspettate!

Domenica sera due ospiti d’eccezione – l’eclettico produttore discografico Emiliano Rubbi e Rancore hanno raccontato storie intorno ai loro dischi preferiti.

Radio Rock Sunday

Finito il format, il pubblico si è spostato davanti al palco principale per una breve ma intensa e variegata line up di artisti tutti per Radio Rock Sunday .

Si inizia con un esperimento ideato da quei geniacci di Spaghetti Unplugged: la #SpaghettiBand porta sul palco 4 pezzi scelti dal pubblico di radio rock. Si tratta di 3 super ‘classiconi’ del rock internazionale Sweet Home Alabama, Back in Black, Space Oddity seguiti a una bella cover di Impressioni di Settembre della PFM. Bravi i ragazzi della Spaghetti Band: su tutti spicca, al piano, Luca Bellanovachapeau!.

 Radio Rock Sunday

Dopo di loro sale Barberini accompagnata da Filippo Dr. Panico (produttore e arrangiatore dell’opera prima di Barberini) alla chitarra.  La cantautrice romana e Dr. Panico, non lo nascondo, erano uno dei motivi principali che mi hanno spinto domenica sera fino a Roma Nord. Anche se non è il mio genere il disco di Barberini mi è piaciuto e spesso l’ho ascoltato. Ero curioso di vederla dal vivo. Nei loro 5 pezzi a disposizione però non riescono a convincere il pubblico sulla validità del disco, sembrano timidi sul palco, allo stesso tempo appaiono a loro agio: sembra suonino per se stessi. Esibizione da vedere in uno spazio più intimo. Le cabriolet, Le balene, Chiacchiere da Bar, Astronavi e Ultima Notte – i 5 pezzi che hanno suonato – devono ancora trovare una giusta trasposizione live per rendere l’essenza del disco. In ogni caso per me Barberini rimane un progetto interessante.

Radio Rock Sunday

A seguire, sul palco di Davide Fusaro AkA Daev. Mi ha colpito particolarmente: un cantautore romano che non conoscevo per niente ma che mi è piaciuto e mi ha convinto. Ha portato in scena brani tratti dal suo primo disco “News From The Universe” uscito per la Twilight Music: un disco molto interessante che spazia tra rock classico, folk inglese e tocchi di progressive. Bravo in studio e dal vivo: mi è piaciuto dalla prima canzone e mi ha convinto ad approfondire e ad ascoltare il suo disco una volta tornato a casa.

Chiude la serata l’headliner Piotta e il parterre si riempie.

Radio Rock Sunday

Su Tommaso Zannello questa volta sarò breve: mi è piaciuto meno rispetto agli ultimi concerti che ho visto. E negli ultimi 10 anni ne ho visti diversi, sia in solo sia con la full band. L’ultima volta non più di due mesi fa all’Ex Dogana. La mia memoria quindi era abbastanza fresca per capire che l’altra sera c’era qualcosa che non andava. Nonostante la solita carica e una scaletta simile a quella di luglio – ovvero pezzi meno conosciuti e canzoni nuove nella prima parte e le sue hit ‘fomenta pubblico’ nella seconda parte – ho visto un Piotta (& band) diverso. Forse era solo stanco del tour estivo o forse il formato era troppo breve per uno spettacolo che dovrebbe durare circa due ore.

Comunque sia Piotta è in uscita con un nuovo disco di inediti a fine settembre e un tour promozionale dedicato. Vedremo.

Da Radio Rock Sunday è tutto…. 

di Damiano Sabuzi Giuliani Foto Mattia La Torre

Condividi