Review

|Review| Il Male Minore è il debut album dei Capitale

Il 16 aprile è uscito l’album di debutto dei Capitale: Il Male Minore.

Anticipato da Inverno, 23 Giugno e Brucialo, Il Male Minore segna il debutto dei Capitale, rock band composta da Daniele Brian Autore (Vanilla Sky), Michele Grieco, Filippo Grossi, Leonardo Leonori e Antonio Falconi.

Il Male Minore è un album di chiara ispirazione al rock anni Novanta e primi Duemila, con influenze punk rock che riportano all’adolescenza.

I testi richiamano esperienze di vita quotidiana: si parla di sogni, di speranze, di sentimenti e stati d’animo comuni. Tutto nella cornice di una Roma contemporanea, intuibilmente città di provenienza dei Capitale.

 Le tracce de Il Male Minore sono otto, scritte da Michele Grieco e Daniele Autore. Come ci racconta la band:

Il male minore è una minaccia che purtroppo tutti i giorni rischia di diventare stato d’animo e di trascinarci con sé, mentre dovremmo solo evitarlo e combatterlo. Questo album è stato scritto di getto, come una pagina di diario, in un periodo di transizione delle nostre vite all’interno di in un momento storico di profondo cambiamento sociale, che in certi momenti sembra quasi il crepuscolo del mondo come lo abbiamo conosciuto fino ad ora.

 Un primo lavoro che permette di intuire qual è il percorso che la band intende tracciare, anche se non appieno, ma per questo ci si augura ci sarà tempo. Nonostante le esperienze pregresse degli artisti, i Capitale sono del resto una band “giovanissima”, essendosi formati solamente agli inizi del 2020.

Non ci resta che aspettare di sentirli live, per farci travolgere da questa ondata rock romana e farci raccontare la loro personalissima idea di rock.

di Veronica Boggini

Condividi

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén