Review

|Review| La cassetta di giugno 2019 |To Tape|

Devo dire che ho fatto un po’ di fatica a scegliere i tre dischi del mese di giugno, perché per fortuna in questi primi mesi del 2019 di dischi interessanti ne sono usciti.

Il problema, poi, era anche capire se parlarvi di progetti indipendenti oppure buttarmi su qualcosa di più conosciuto. Che poi, è sempre tutto relativo…

E alla fine mi sono lasciato guidare dal cuore e non dalla testa.

Ho detto che in questi primi mesi del 2019 sono usciti tanti dischi interessanti? Bene, perché il primo che metto nella cassettina è Adversus dei Colle Der Fomento, uscito a fine 2018 dopo Anima e ghiaccio del 2007.

Signori e Signore, qui siamo difronte alla storia del Rap italiano, qui si parla di un gruppo che ha influenzato veramente gran parte della gente che ora fa Rap e non solo.

Hanno creato un trend, uno stile, un modo di cantare e di scrivere; sono tra le migliori penne in circolazione e le strumentali sono delle bombe molotov pronte ad esplodere.

Adversus è un disco più calibrato, molto a fuoco, è ha un fomento diverso, di chi non è più giovanissimo e ha necessità di dimostrare ma è ormai consapevole dei propri mezzi, della propria forza e ti sta lì davanti, impassibile, sicuro che ciò stai ascoltando ti arriverà dritto al cuore.

Così come al cuore arriva l’ultimo disco dei Deproducers, formazione composta da Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Max Casacci, Riccardo Sinigallia, tra i produttori migliori che abbiamo in Italia.

Qui si parla di scienza vera e propria: l’astrofisica di Planetario, la biologia di Botanica e ora l’evoluzione con DNA (pubblicato ad aprile 2019).

Ogni disco è in collaborazione con uno scienziato diverso, che diventa frontman durante i live accompagnati da visual che aiutano nel viaggio e nella spiegazione della materia.

Loro stessi la definiscono musica per conferenze scientifiche e l’assoluta straordinarietà di questo progetto è che veramente siamo ad una conferenza ma per niente noiosa; per la serie “impariamo divertendoci”.

È una compilation carica di storia questa di giugno, perché NorthOfLoreto è l’ultimo progetto che carico sul nastro da farvi ascoltare. Bassi Maestro è un altro che nella musica in Italia ha contato e conta veramente tanto.

Producer, beatmaker, rapper; Bassi ha dalla sua uno stile estroso, una scrittura raffinata e tagliente, e un gusto musicale come pochi.

Ha sempre fatto il Rap ma questo nuovo progetto è tutta un’altra cosa e i synth, la dance anni 80, la voce modulata e quel sentore di italo disco ci riportano a quando le spiagge erano pulite, il mare non era inquinato ed era certo che l’estate era estate, da giugno a settembre.

di Renato Failla

Condividi

Comments are Closed

Theme by Anders Norén