Review

|Review| Il Suono Sporco di Dj Fede e gli altri rapper dell’apocalisse

DJ Fede torna sulla scena rap con “Suono Sporco”, un disco pieno di collaborazioni e acrobazie old school.

I nomi dei musicisti, dj e producer che rendono grande il nuovo disco di Dj Fede, Suono Sporco, sono moltissimi: DJ Pandaj, Il Turco, DJ Tsura, RollzRois, Nerone, The Musalini, Claver Gold, DJ Double S, Montenero, DJ Lil Cut, DAFA, Gionni Grano, DJ Double S., Less Torrance, DJ Clas K, Blu, Lanz Khan, Poppa Gee, Davide Bates, DJ Clas K, DJ Bront, Jangy Leeon, Dope One, Bel Renè

Ad un anno di distanza dal suo ultimo lavoro (Still From The 90’s) DJ Fede fa rivivere il rap più classico con questo maxi progetto pieno di maniacali scelte di sample e scratch che arricchiscono le 15 canzoni di stampo old school.

43 minuti di musica carichi di citazioni, situazioni schiette e prepotenti come un calcio in faccia a quel politicamente corretto che accompagna sempre più spesso la musica urban italiana contemporanea.

Suono Sporco è uno di quei dischi che ci fanno ricordare la bellezza del rap di strada, quello vero.

Un lavoro che mette da parte quell’autotune da riviste patinate che arricchiscono pezzi scala classifica. Un EP hip hop che grida vendetta senza alzare troppo la voce.

Suono sporco ti si stampa in testa soprattutto con la title track (feat. Il Turco e DJ Tsura, World is Yours (feat. The Musalini e DJ Tsura), Metaforico Malinconico (feat. Claver Gold e Double S) e Purple Pioggia (feat. Davide Bates, DJ Clas K), ma questi sono solo gusti personali di chi scrive e tutto quel rimane da dire è che DJ Fede ha messo di nuovo in circolo un disco solido e  fatto bene, da ascoltare e da vivere dall’inizio alla fine.

di Damiano Sabuzi Giuliani

Condividi

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén