Le Cose Importanti è l’EP di debutto di Hacienda D.

Hacienda D è Daniele Sorrentino, già leader dei Black Supernova e dei Coffea Strange.

Quattro i brani a comporre l’emphatic promo autoprodotto, in tour promozionale per l’Italia dallo scorso 8 aprile.

Daniele si accosta con questo lavoro per la prima volta alla scrittura dei testi in italiano, provenendo da una storia intrisa di britpop e rock.

“Le cose importanti” e “Il mare stanca” prendono spunto da due grandi luoghi comuni,  offrendo da un lato spunti di riflessione che allontano il concetto di virtù da quello di importanza. 

Dall’altro comunicano un bisogno estremo quanto caustico di verità, la necessità di squarciare il velo di Maya e farlo senza troppi preamboli perché non c’è tempo, una tracheotomia di scomodo cinismo.

“Nico” e “La Mia Pioggia” hanno invece ad oggetto l’eterea e sempiternamente irraggiungibile figura femminile, racconti di giustificazioni e colpe, addii e ricordi, in una sinfonia dolceamara.

Musicalmente è il progetto Hacienda D è qualcosa a metà tra il dreampop, l’elettronica più sporca degli anni ’90 (aka Offlaga Discopax) ed una emulsione di rock e synth.

Un lavoro che merita attenzione ed ascolto, perchè nella sua acerba forma scava dentro sè e dentro l’ascoltatore.

Abbiamo voluto approfondire con Hacienda D il discorso dopo la sua esibizione in apertura a Giacomo Toni per la rassegna Cookies, curata da CSI Magazine e così abbiamo realizzato una splendida live session con lui ed i musicisti che lo accompagnano, Mauro Nigro al basso ed Antonio Cox Ferraro alla batteria elettronica.

Condividi