Review

E shoegaze sia…[16] Luglio nel vortice.

E Shoegaze sia ...In Her Eye

Ne avevo parlato il mese precedente accennando solo al singolo, ora invece, con l’album in uscita devo dire di più.

I We Melt Chocolate faranno il botto perché sono una delle sorprese più vivaci dello shoegaze italico.

L’album omonimo è un caleidoscopio di suoni, sensazioni e colori che si perdono nello spazio e vorrei che vi ci perdeste tutti, perché una intro come Let Go, così lunga, così mesmerica e sognante la puoi fare se sai come gestirti le tue possibilità e qui la cosa riesce benissimo.

Un brano come Blue Hair Girl o anche Orange Sky, in bilico tra voluttà cosmiche alla Slowdive ed echi noise alla Medicine, ti riempiono le orecchie mentre il cantato gentile ed evocativo di Vanessa si impone su tutto, dando nuovi spiragli e luce a composizioni già aeriformi e libere. Un lavoro ottimo, nulla da dire. Eccoli, i nostri Fauns.

 

Ora invece due anteprime.

Il primo singolo del prossimo lavoro dei bravi Dade City Days in uscita per Nesc’i Dischi.

Old Fashioned è proprio come recita il titolo. Brano con echi 80’s, la giusta dose di pathos con un testo nostalgico nelle liriche e melodie sospese tra riverberi e ritmiche martellanti e grevi. Il mood è un ostinato che si ripete per tutto il tempo e ti si piazza in testa senza uscirne. Aspetto il nuovo album sperando che possa restare su queste trame, anche se ho notato una punta di cantautorato.

La seconda anteprima è per il primo singolo del primo album di imminente pubblicazione per i Solitude in Apathy da Napoli.
The Other è un brano misterico, melodrammatico (nel senso buono della parola), dark il giusto e con la voce di Santina che squarcia sinistramente il tappeto scuro creato al trio partenopeo. Roba promettente.

E shoegaze sia… di Dario Torre

Condividi

Comments are Closed

Theme by Anders Norén